Presentata ufficialmente la candidatura per il Bando Capitale Italiana della Cultura 2020

Presentata ufficialmente la candidatura per il Bando Capitale Italiana della Cultura 2020

Il dossier di candidatura Cuneo 2020 Capitale Italiana della Cultura è stato consegnato questa mattina al Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

È stato consegnato questa mattina presso gli uffici del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo il dossier Cuneo Capitale Italiana della Cultura 2020 – Cultura e Montagna da una nuova prospettiva, il progetto attraverso il quale Cuneo e il suo territorio si candidano ufficialmente per il Bando Capitale Italiana della Cultura 2020.
La candidatura a Città capitale della cultura 2020 è nata dalla sollecitazione di un gruppo di cittadini ed operatori in ambito culturale, che hanno formato il Comitato Promotore Cuneo Capitale Italiana della Cultura, ed è stata accolta con entusiasmo dall’Amministrazione.
L’importanza del progetto ha portato Città e Comitato ad estendere questa iniziativa non solo a Cuneo, ma ad un territorio più vasto che è stato così ampliato al perimetro di competenza dell’ATL del Cuneese, che comprende le altre quattro città principali dell’area, Fossano, Mondovì, Saluzzo e Savigliano, e le montagne che le circondano. Un territorio di frontiera, storicamente vissuto non come barriera geografica o politica, ma come collegamento, nel quale la montagna rappresenta un elemento di comunicazione, un collante strategico, funzionale alla definizione di un vivere condiviso che si propaga a cavallo delle Alpi e, di conseguenza, dalla forte vocazione transnazionale.
Le cinque città protagoniste si sono dunque subito attivate, insieme agli altri soggetti collaboratori, per sostenere la candidatura e per creare una fitta rete di enti, istituzioni e operatori culturali a supporto.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn