Mondovì

Mondovì

Mondovì viene citato come libero comune alla fine del XII secolo. Sede di Diocesi, piazzaforte sabauda, sede universitaria già a metà del Cinquecento, il centro, facendo leva sulla sua posizione strategica in fondo alla piana cuneese e a ridosso delle colline, ha saputo nei secoli ritagliarsi un ruolo fondamentale. Sono testimoni della ricchezza storica le antiche strade che risalgono verso Piazza e i molti beni culturali che fanno della città uno dei tesori del Barocco Piemontese. Il Museo Civico della Stampa, il Museo della Ceramica, l’Antico Palazzo di Città, la Chiesa Cattedrale di San Donato, la chiesa dei gesuiti detta La Missione con l’annesso collegio, la Torre civica del Belvedere sono alcuni degli elementi fondamentali per scoprire la storia della città, ma il quadro non è completo se non si esce dal centro cittadino e si raggiunge il Santuario di Vicoforte dove si può ammirare la cupola ellittica più grande del mondo.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn